Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Calcio:De Rossi, ok vincere soffrendo ma potevamo gestire meglio

Calcio:De Rossi, ok vincere soffrendo ma potevamo gestire meglio

'Spy story? Per il rispetto che ho per il Toro non ne parlo'

ROMA, 26 febbraio 2024, 21:21

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Mi piace soffrire vincendo, ma questa era una gara da saper uccidere. Loro hanno pressato tutta la partita, ma noi potevamo gestirla meglio". Lo ha detto Daniele De Rossi a DAZN nel post partita con il Torino. Poi un passaggio sulla prestazione di Dybala perché "i campioni sono decisivi in questo sport", mentre su Lukaku e Smalling ha aggiunto: "Chris è un professionista e lo vuole dimostrare.
    Pensavo durasse di meno. Romelu è entrato alla grande come solo lui sa fare, mi è piaciuto anche Azmoun ma in quel momento uomo a uomo ci lasciavano tantissimo campo e avevo bisogno di uno come Lukaku, che sapesse tenere palla e sfruttare l'uno contro uno". Infine una battuta sulla spy story della vigilia. "Ivan Juric mi ha aperto le porte dei suoi allenamenti quando ho iniziato a fare questo lavoro, ho un buon rapporto con lui e con il presidente Cairo. Ho rispetto di loro e per il Torino, per questo preferirei parlare di altro".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza