Serie A: Napoli in crisi, con Genoa per ricucire strappo

Allenatore: 'Dobbiamo puntare a lavorare e a dare il massimo'

 Novanta minuti per riportare un po' di serenità o per acuire una crisi già profondissima. É il senso della sfida che attende il Napoli domani sera al San Paolo contro il Genoa, al termine di quattro giorni tra i più tempestosi della storia azzurra. Dopo l'allenamento-gogna allo stadio San Paolo, Carlo Ancelotti ha tentato di vestire di normalità la vigilia del match, con un placido allenamento nel freddo di Castel Volturno e la preparazione tattica come se nulla fosse, cercando le soluzioni prima di tutto per smaltire veleni e rabbia dalla testa dei giocatori.
Se c'è riuscito si vedrà in campo, dove i tifosi aspettano una risposta d'orgoglio e un successo sul Genoa che faccia ripartire la rincorsa a un posto in Champions League in campionato, in una classifica in cui il Napoli è attualmente settimo. "Avete scelto una brutta strada...rispettate chi questa maglia la ama e vi paga" è il testo dello striscione, firmato 'Curva A', esposto in più zone della città (dal Maschio Angioino al Museo nazionale) fino ad essere affisso all'esterno dello stadio San Paolo. La squadra si è allenata nel pomeriggio e poi ha cominciato il ritiro prepartita, cercando di ritrovare serenità Nel centro tecnico c'era anche il vicepresidente Edoardo De Laurentiis, reduce dal duro confronto con la squadra nello spogliatoio dopo il Salisburgo, che però è rimasto a lavorare in ufficio senza assistere all'allenamento sotto la pioggia a cui era invece presente il direttore sportivo Cristiano Giuntoli.

Il Genoa non guarda la classifica e, nonostante le ultime sconfitte, la più grave in casa contro l'Udinese domenica, non ha perso l'entusiasmo. "Dal primo giorno che sono arrivato l'entusiasmo è sempre lo stesso - ha detto l'allenatore Thiago Motta -. Io guardo avanti: in una sconfitta tutti possiamo commettere errori. La cosa più importante è capire dove abbiamo sbagliato e pensare già alla prossima partita, che è quella con il Napoli: è quello che stiamo facendo, perché è la partita che conta ed è importante adesso". La classifica vede il Genoa al terz'ultimo posto, a pari merito con la Sampdoria: "Preferisco guardare ogni giorno l'allenamento e la prossima partita, che è quello che conta. Se guardiamo la classifica e pensiamo di affrontare la prossima pensando al risultato, cosa che non si può controllare prima, non andiamo da nessuna parte. Dobbiamo pensare di lavorare ogni giorno tutti e dare il massimo per noi stessi e per la squadra, concentrandoci sulla prossima sfida".

Probabili formazion

Napoli (4-4-2): 25 Ospina, 22 Di Lorenzo, 26 Koulibaly, 19 Maksimovic, 13 Luperto, 7 Callejon, 8 Fabian Ruiz, 20 Zielinski, 24 Insigne, 11 Lozano, 99 Milik. (1 Meret, 27 Karnezis, 23 Hysaj, 62 Tonelli, 12 Elmas, 70 Gaetano, 34 Younes, 14 Mertens, 9 Llorente). All. Ancelotti. Squalificati: nessuno. Diffidati: nessuno. Indisponibili: Malcuit, Ghoulam, Allan, Manolas, Mario Rui,

Genoa (4-2-3-1): 97 Radu, 18 Ghiglione, 17 Romero, 2 Zapata, 32 Ankersen, 20 Schone, 29 Cassata, 28 Agudelo, 21 Radovanovic, 8 Lerager, 99 Pinamonti. (93 Jandrei, 22 Marchetti 14 Biraschi, 5 Goldaniga, 3 Barreca, 13 El Yamiq, 33 Pajac, 15 Jagiello, 9 Sanabria, 10 Gumus, 56 Cleonise, 19 Pandev). All.: Thiago Motta. Squalificati: nessuno. Diffidati: nessuno. Indisponibili: Sturaro, Kouamè, Criscito, Favilli, Saponara. Arbitro: Calvarese di Teramo. Quote Snai: 1,40; 5,00; 7,25.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA