Santoni dona sanificante a Chianciano T.

Da azienda 2.800 bottiglie di preparato alcolico disinfettante

Redazione ANSA CHIANCIANO TERME (SIENA)

(ANSA) - CHIANCIANO TERME (SIENA), 8 APR - Gesto dell'azienda Gabriello Santoni Srl che ha donato alla Città di Chianciano Terme (Siena) 2.800 bottiglie di preparato alcolico disinfettante. Il Sanificante Mani Santoni è stato prodotto secondo la formula certificata dall'Oms per supportare l'emergenza Covid-19 e verrà distribuito nei prossimi giorni ai cittadini residenti a Chianciano Terme.
    "Grazie a nome mio e di tutta l'Amministrazione comunale a Stefano Santoni, amministratore dell'azienda, per l'aiuto prezioso - afferma il Sindaco di Chianciano Terme Andrea Marchetti - ne faremo buon uso, sperando che sia d'esempio per chi come la famiglia Santoni ha il paese nel cuore e vi aspettiamo per stringerci in un abbraccio appena sarà possibile".
    "Ci sono momenti in cui ognuno di noi è chiamato a fare la sua parte per il bene di tutti. Per questo abbiamo deciso di mettere a disposizione la nostra esperienza di oltre 60 anni nel trattare soluzioni alcoliche", ha dichiarato Stefano Santoni.
    "La Gabriello Santoni S.r.l. è da sempre fortemente legata al proprio territorio e rappresenta un simbolo dello spirito toscano, fiero e genuino". Prosegue Santoni: "In questo momento di grave crisi per le aziende del nostro settore, ci siamo ritrovati davanti ad un mercato paralizzato, e con gli ordini congelati sia nel mercato interno, che internazionale. Le nostre macchine sono ferme e i nostri ragazzi in ferie o in cassa integrazione, c'è però tanta voglia di ripartire, con un gesto concreto, anche se questo non ci porterà nessun introito monetario". Sempre Santoni conclude: "Richiamando in servizio tutto il nostro personale qualificato, siamo riusciti nell'organizzarci in tempi record, studiare e produrre questo prodotto sanificante".
    Gabriello Santoni fondò nel 1960 la Distilleria Santoni e il suo più grande sogno era quello di creare a Chianciano Terme l'amaro con un'accurata miscela di 34 erbe e radici, preziose espressioni di questo territorio. Da quel primo "Amaro di Chianciano" a base di infuso di Rabarbaro, l'Azienda Gabriello Santoni Srl oggi produce un'ampia selezione di liquori e distillati, un marchio italiano conosciuto nel mondo, sinonimo di tradizione familiare, qualità artigianale e passione.(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie