Yemen: media, scontri in porto Hudayda

Tra insorti e lealisti

Scontri tra forze lealiste yemenite filo-saudite e insorti Huthi filo-iraniani sono scoppiati nelle ultime ore nel porto conteso di Hudayda sul Mar Rosso, proprio dove nei giorni scorsi l'Onu aveva certificato il "ritiro parziale" delle milizie rivali.
    Il porto di Hudayda è al centro da mesi di negoziati mediati dall'Onu per il ritiro delle parti in guerra. Nel porto dovrebbe transitare l'80% degli aiuti umanitari internazionali diretti al Paese falcidiato da anni di conflitto civile con dimensioni regionali. L'inviato speciale dell'Onu per lo Yemen, Martin Griffiths, ha invitato mercoledì le parti ad affrettare l'applicazione degli accordi raggiunti a dicembre scorso in Svezia. Il generale danese in pensione Micheal Lollersgaard, incaricato di monitorare il ritiro delle milizie dalla zona portuale di Hudayda, ha certificato martedì l'inizio del disimpegno degli Huthi.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA