Responsabilità editoriale Xinhua.

Tornano a Pechino 800 persone bloccate da gennaio a Wuhan

Amministrazione capitale, 11.000 residenti hanno chiesto tornare

(ANSA-XINHUA) - PECHINO, 8 APR - Il primo gruppo di 866 persone bloccate per mesi a Wuhan dal lockdown è arrivato a Pechino a bordo di un treno, dopo che oggi la città che è stata epicentro dell'epidemia di nuovo coronavirus ha rimosso le restrizioni per l'uscita.
    I residenti di Pechino che sono stati bloccati a Wuhan sono tenuti a fare richiesta per il rientro attraverso un mini-programma dell'applicazione di messaggistica istantanea WeChat.
    In una conferenza stampa tenuta oggi, Chen Bei, vice segretario generale del governo municipale di Pechino, citando le statistiche ufficiali ha detto che più di 11.000 persone hanno chiesto di rientrare nella capitale.
    A partire da oggi, si stima che ogni giorno circa 1.000 persone bloccate potranno tornare a Pechino da Wuhan, usando il treno o l'auto. Chen ha aggiunto che entro almeno sette giorni prima della loro partenza, devono essere sottoposte al tampone a Wuhan.
    Il trasporto sarà effettuato in modo ben organizzato e da punto a punto. Inoltre, tutte le persone rientrate saranno sottoposte a una gestione a circuito chiuso, con una quarantena obbligatoria di due settimane nella propria abitazione o in una sede designata.
    Chen ha osservato che dopo la quarantena sarà necessario un altro test dell'acido nucleico.
    Dal 25 marzo, più di 61.000 persone che lavorano o vivono a Pechino sono tornate dalla provincia dell'Hubei. (ANSA-XINHUA).
   

    Responsabilità editoriale Xinhua.

    Video ANSA




    Modifica consenso Cookie