Responsabilità editoriale Xinhua.

Coronavirus: 'stigmatizzare la Cina è un virus politico'

Protesta ambasciatore cinese a Londra su Evening Standard

(ANSA-XINHUA) - LONDRA, 8 APR - L'ambasciatore cinese nel Regno Unito Liu Xiaoming ha dichiarato ieri che il tentativo di stigmatizzare la Cina è un "virus politico" che mette a repentaglio la cooperazione internazionale nella lotta contro la pandemia Covid-19.
    In un articolo firmato sul giornale Evening Standard, Liu scrive che alcuni politici di Stati Uniti e Regno Unito diffondono menzogne e denigrano la Cina in piena emergenza. La Cina ha partecipato attivamente alla risposta globale contro Covid-19, assumendosi le proprie responsabilità nei confronti del mondo, perché la sfida dell'epidemia accomuna tutti. "La Cina ha donato 20 milioni di dollari all'Oms e ha fornito assistenza a più di 120 Paesi, tra cui il Regno Unito, e a quattro organizzazioni internazionali, al meglio delle sue capacità", ha affermato Liu, aggiungendo che la Cina non ha risparmiato gli sforzi per condividere la sua esperienza con altri Paesi e regioni. Osservando che la Cina è stata aperta e trasparente nel combattere Covid-19, sostiene che le misure cinesi sono state efficaci e che "denigrare la Cina è impopolare".
    "Tuttavia, alcuni politici occidentali hanno ignorato l'enorme contributo della Cina alla salute pubblica globale e il parere professionale dell'Oms, secondo cui il virus non dovrebbe essere collegato a nessun Paese o regione specifica", ha affermato Liu.
    "Il tentativo di stigmatizzare la Cina è un 'virus politico' dannoso per l'umanità intera, mina la cooperazione internazionale nella lotta contro l'epidemia. Rivela la loro ipocrisia di applicare due pesi e due misure", afferma l'ambasciatore.
    "Non servirà a nessuno e naturalmente suscita la condanna e l'opposizione della comunità internazionale". Liu afferma che la cooperazione nello spirito di una comunità con un futuro condiviso per l'umanità è l'unica scelta giusta nella lotta contro Covid-19. "Di fronte alla sfida, è tanto più importante che la Cina e il Regno Unito si assumano le proprie responsabilità, si aiutino a vicenda e ignorino i pettegolezzi e le azioni i disturbo, in modo da generare energia positiva per la cooperazione tra le nostre due parti e dare un nuovo contributo alla salute pubblica globale", conclude il diplomatico. (ANSA-XINHUA).
   

      Responsabilità editoriale Xinhua.

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie