Auto: Radoccia (Ey), ora misure forti, da lavoro a incentivi

Impatto Covid. In 3 mesi bloccati 70 mila occupati nel settore

(ANSA) - ROMA, 07 LUG - "Dobbiamo mettere in campo misure forti". Così la market leader di Ey, Stefania Radoccia, nel corso di 'Italia riparte', il digital talk, promosso dalla stessa Ey - con Cdp e Luiss Business School - sul "settore automotive post Covid-19. Impatti, filiera e nuove strategie di vendita". In tre mesi è stata bloccata l'attività "di 70 mila dipendenti" del comparto, spiega Radoccia. Le previsioni contenute nello studio sul settore, al centro del dibattito, indicano una riduzione dei "ricavi dal 24 al 42% e della marginalità in termini aggregati , dai 4,9 miliardi a un massimo di 7,9 miliardi di euro".
    E' quindi, sottolinea Radoccia, "un momento storico importante" per un settore "strategico", che in Italia "vale 170 miliardi di euro, per 300 mila occupati". Secondo Radoccia occorre "nel breve periodo sostenere l'occupazione, c'è la previsione di prorogare la cassa integrazione, ma occorre anche mettere su un sistema di politiche attive". L'invito sta, dunque, nel puntare sulla formazione, oltre che agire sulla leva "degli incentivi alla rottamazione e allo smaltimento dello stock presente nei magazzini". Nel lungo periodo sono necessari, poi, "fondi pubblici dedicati all'innovazione e investimenti privati, attraendoli anche dall'estero". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie