Clooney, Catch-22 e l'assurdità della guerra

Il Premio Oscar a Roma per l'anteprima europea della serie Sky

"C'è l'assurdità della guerra e la consapevolezza che il sistema si può combattere, ma è difficile da sconfiggere. È una storia che può essere attuale in qualunque momento storico". Completo fumo di Londra camicia bianca senza cravatta, George Clooney si presenta puntuale all'anteprima europea per la stampa di Catch-22 - la serie targata Sky Original in 6 episodi e tratta dall'omonimo romanzo del 1961 di Joseph Heller (in Italia con il titolo "Comma 22") - ambientata nel nostro Paese durante la seconda guerra mondiale, che narra le vicende di uno squadrone dell'aviazione americana sul fronte italiano.

A co-dirigere e produrre la serie, il premio Oscar in prima persona come regista di due episodi che si è ritagliato il ruolo dello spigoloso Tenente Scheisskopf. La miniserie va in onda in prima tv esclusiva dal 21 maggio, ogni martedì alle 21.15 su Sky Atlantic, in streaming su Now Tv e su Sky On Demand, (negli Usa sulla piattaforma di streaming Hulu già dal 17 maggio). "Catch-22 in America - spiega il premio Oscar - è considerato un caposaldo della letteratura (lui racconta di averlo letto quarant'anni fa) è un vero e proprio romanzo di formazione per intere generazioni, quindi con Grant Heslov volevamo proprio farlo, perché c'è tanto materiale.

Non solo è una storia sull'assurdità della guerra, ma anche sulla difficoltà di combattere il sistema. La televisione permette di raccontare bene i personaggi, magari anche prima di ucciderli brutalmente". Presenti a Roma anche Christopher Abbott (protagonista nei panni del bombardiere John Yossarian), Gran Heslov (co-regista), Tessa Ferrer, Kyle Chandler e Giancarlo Giannini (unico italiano nel cast).

Insieme a loro, l'altra co-regista Ellen Kuras e lo sceneggiatore Luke Davies. La serie è diretta e prodotta da George Clooney con Grant Heslov per la loro Smokehouse Pictures, entrambi premio Oscar per la produzione di Argo, premiato come Miglior Film nel 2013. La regia è di George Clooney (ep. 4 e 6), con Grant Heslov (ep. 1 e 3) e la nominata all'Oscar Ellen Kuras (The Betrayal - Nerakhoon) per gli ep. 2 e 5. La serie segue le avventure di uno squadrone di giovani aviatori dell'esercito americano di stanza in Italia, in un mondo segnato dal secondo conflitto mondiale e dagli abusi di potere. Al centro della vicenda c'è il Capitano John Yossarian (Abbott), un bombardiere della USA Air Force, che si trova nel mezzo dello scacchiere europeo, suo malgrado, con il solo obiettivo di tornare a casa prima possibile.

Per essere esentato dalle missioni di volo si vuole dichiarare pazzo, finendo per incappare nel paradossale Comma-22, che stabilisce che chi è pazzo può chiedere di essere esonerato, ma nel momento stesso in cui lo richiede dimostra di non esserlo. Perché solo un pazzo vorrebbe continuare a volare in quelle missioni. Il giovane attore sul suo ruolo dice: "E' un anti-eroe ribelle e iconico, che si sforza di mantenere il suo equilibrio mentale, lottando contro il sistema militare. Un viaggio esistenziale di una persona che vorrebbe essere un folle per poter lasciare la guerra e poi alla fine finisce per avere una autentica e drammatica crisi esistenziale". Nel cast anche Hugh Laurie è il Maggiore de Coverley, a capo della squadra di stanza nella base di Pianosa; Kyle Chandler è il Colonnello Cathcart, colui che esaspera Yossarian continuando ad aumentare il numero di missioni e rinviando così il suo congedo. Giancarlo Giannini è il proprietario di un bordello nella Roma appena liberata dagli Alleati, "un pacifista con idee rivoluzionarie".

Clooney rispondendo alle domande dei cronisti nega un suo prossimo ingresso in politica: "Non è il posto più logico per me. Ho altri talenti, non devo scendere a compromessi nel mio lavoro di attore. Ma sono conscio del fatto che è un momento difficile, bisogna sempre prestare attenzione a quello che succede intorno a noi e nel resto del mondo". Poi ricorda: Catch-22 è un testo senza tempo. Non è mai il momento sbagliato per parlare di questi argomenti sono sempre attuali".  Clooney ha annunciato di star lavorando a un progetto televisivo in otto parti sul Watergate: "E'un tema affascinante
ed e' un momento decisamente interessante per raccontarlo".

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA