Libri
  1. ANSA.it
  2. Cultura
  3. Libri
  4. PNRR è libro dei sogni ma serve Manuale per attuarlo

PNRR è libro dei sogni ma serve Manuale per attuarlo

Sommella: ''in gioco il futuro del Paese''

(di Elisabetta Stefanelli) (ANSA) - ROMA, 19 GEN - ''IL MANUALE DEL PNRR'', a cura di Francesco Sciaudone e Bernardo Giorgio Mattarella, edito da MF Milano Finanza e Italia Oggi.
    Come fosse il libro dei sogni, dalle case popolari per i lavoratori agricoli vittime del caporalato, all'alta velocità che arriva da Catania a Palermo e da Milano a Bari, con il digitale che raggiunge ogni angolo del Paese e i quartieri di periferia che diventano più belli e il Paese in generale più rispettoso della parità di genere a partire da quella salariale.
    Mettendo in fila tutti i contenuti del Piano nazionale di Riforme e Resilienza come fa il manuale a cura di Francesco Sciaudone e Bernardo Giorgio Mattarella, edito da MF Milano Finanza e Italia Oggi, che si trova in edicola, è veramente un mondo migliore quello che si può immaginare in queste pagine.
    Non è un sogno ma il contenuto di una guida altamente operativa dedicata ad aziende, professionisti e amministrazioni che contiene ''regole, protagonisti, beneficiari, tipologie di investimenti e procedure di attuazione, per arrivare davvero ai 261 miliardi'' previsti. Ma leggendo subito l'introduzione di Roberto Sommella, direttore di Milano Finanza, si torna con i piedi per terra e ci si ricorda di essere in Italia: ''In gioco non è il futuro di un governo o di un altro ma quello del Paese.
    Lo dice l'Italia stessa nel suo Piano Nazionale di Riforme e Resilienza, ci crede la Commissione che queste riforme esige per erogare i fondi, lo impone la situazione di un paese che pur crescendo del 6% può sprofondare di nuovo nei mille lacci e lacciuoli che lo avviluppano quando la sbornia post covid e post solidarietà nazionale sarà passata''. Quindi, conclude Sommella ''sapere come, quando e quanto, potranno avere le aziende italiane dal Recovery Plan, è fondamentale per le famiglie ma soprattutto per le imprese''. Tutto è legato al fattore tempo perchè ''l'equazione del Recovery Plan è molto semplice: 'Fai le riforme e avrai i soldi, non fai le riforme e non avrai i soldi'', cosa non semplice invece in un ''Paese così poco abituato all'organizzazione e alla programmazione come l'Italia''. Un Paese nel quale ''quasi la metà dei fondi strutturali del ciclo di programmazione 2014-2020 non è ancora stata spesa'', ci ricordano Sciaudone e Mattarella secondo i quali però ''ci sono buone ragioni per essere ottimisti''. Serve il contributo di tutti, e un manuale come questo è fondamentale per capire il pezzettino che ognuno può dare per portare avanti l'impresa. Per una corretta attuazione del PNRR infatti ''c'è bisogno dell'azione, coordinata di un gran numero di attori pubblici e privati, che saranno coinvolti nella realizzazione di migliaia di progetti, in cui si esplicano, in particolare, le 134 misure di investimento previste dal Piano''. Serve quindi adeguata informazione perchè ''tutti gli interventi inclusi che siano stati programmati entro li 2023 ed ultimati entro il 31 dicembre 2026 sono esposti al rischio di revoca dei finanziamenti in caso di mancato rispetto dei relativi cronoprogrammi attivati. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie