Lo scandalo estetico di Gaspar Noè

In Lux Aeterna la sperimentazione del provocatore

(ANSA) - Cannes, 19 mag - La domanda ricorrente quando un nuovo lavoro di Gaspar Noé approda sul pianeta terra dalla galassia del regista francese è sempre la stessa: darà scandalo ancora una volta? E quando dopo pochi minuti del suo nuovo "Lux Aeterna" si ha diritto all'eiaculazione in primo piano di un sedicente attore che transita sullo schermo si pensa che una volta di più si compirà un rituale diventato ormai di prammatica: provocazione, eccesso visivo e sonoro e accettazione di uno stile che è ormai diventato un marchio di fabbrica. "Che io ami provocare, me stesso per primo, si sa - racconta ridendo - ma in questo film ho cercato invece un percorso astratto, quasi straniante che nasce dalla mia intensa complicità con le due protagoniste". Nel film Beatrice Dalle è un'attrice che si prepara a debuttare come regista mentre Charlotte Gainsbourg è la sua attrice che ben presto viene coinvolta nella catastrofe di un set in cui tutti si disinteressano presto alle sorti di un film che probabilmente non vedrà mai la luce.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA