Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Anche un magistrato nell'indagine di Perugia su presunti dossier

Anche un magistrato nell'indagine di Perugia su presunti dossier

Coinvolto Antonio Laudati. Fascicolo dopo denuncia di Crosetto

PERUGIA, 01 marzo 2024, 09:39

Redazione ANSA

ANSACheck
-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA

Il sostituto procuratore antimafia Antonio Laudati è indagato dalla procura di Perugia nell'ambito dell'inchiesta sui presunti accessi abusivi alle banche dati con le segnalazioni di operazioni finanziarie sospette che coinvolge Pasquale Striano, tenente della guardia di finanza che era in servizio allo stesso ufficio. Fascicolo aperto inizialmente a Roma in seguito a una denuncia del ministro Guido Crosetto dopo la pubblicazione di notizie riguardanti la sua precedente attività professionale. La notizia del coinvolgimento di Laudati è riportata da Corriere della sera e Repubblica.
    Laudati - in base a quanto viene scritto - ha ricevuto un mandato a comparire ma non si sarebbe presentato all'interrogatorio. Sarebbe accusato di accesso abusivo a sistemi informatici e banche dati, in concorso con Striano, e falso.
    Interpellata dall'ANSA la procura di Procura di Perugia non ha voluto in alcun modo intervenire sulla notizia.
    A Laudati - che era stato in passato responsabile del servizio Sos (Segnalazioni operazioni sospette) - sarebbero contestati casi di dossieraggio, alcuni anche non strettamente legati a personaggi pubblici. "Sono sicuro di poter chiarire tutto", ha però detto a Repubblica.
    A Perugia Striano è indagato per accesso abusivo a sistema informaticoe ha sempre sostenuto di avere agito con correttezza.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza