Sisma,protesta Comitati a Roma 18 maggio

"Stop passerelle e selfie, politica risponda con i fatti"

(ANSA) - ANCONA, 6 MAG - I "terremotati del Centro Italia" scenderanno in piazza a Roma il 18 maggio: raduno alle 9.30 in piazza del Popolo e poi alle 10 manifestazione in piazza Montecitorio sotto il coordinamento dei Comitati terremoto Centro Italia. Al grido di "stop passerelle e selfie" i partecipanti avanzeranno tre 'richieste': "ricostruzione veloce, partecipata, democratica", "lavoro, redditi e dignità" per i terremotati, "trasparenza nella gestione dei fondi pubblici". L'iniziativa è stata fissata otto giorni prima delle elezioni europee: "Non abbiamo governi amici - spiegano i Comitati in una nota - non siamo più disposti a concedere deroghe, non vogliamo e non possiamo più pazientare, non ci interessa fare regali a nessuna forza politica". "Da quasi tre anni - osservano gli organizzatori della protesta - assistiamo a passerelle politiche sulle macerie delle nostre case". Alle promesse ricevute è seguito un "immobilismo che congela le vite" dei terremotati, osserva il Comitato che ha partecipato "a tavoli con i governi e i commissari straordinari, consegnato decine di proposte ed emendamenti che non sono stati recepiti da nessuno dei tre governi succeduti dal 24 agosto 2016" anche si trattava di "proposte di buon senso, realizzabili, argomentate e sostenute da dati scientifici". "Abbiamo protestato contro i governi di centrosinistra, protesteremo con lo stesso vigore contro il governo gialloverde", ricordano i componenti del Comitato che invitano i politici a "rispondere con i fatti nelle sedi istituzionali e non venire nuovamente a darci pacche sulle spalle in piazza e negli incontri senza poi far nulla di concreto in Parlamento". La protesta, sottolineano, segue di qualche mese un "tavolo tecnico" al quale non sono seguite le norme auspicate. Nel mirino anche il decreto decreto Sblocca Cantieri, in via di approvazione: "dovrebbe contenere importanti norme per velocizzare la ricostruzione - attaccano i promotori della protesta - ma è sostanzialmente vuoto e persino pericoloso per alcune norme che rischiano di aumentare lo spopolamento. Nessuna delle nostre proposte è stata recepita, nonostante le rassicurazioni".(ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA