Arquata, 25 aprile per recupero sentiero

Abbandonati dalle istituzioni, sfoghiamo così nostra rabbia

(ANSA) - ARQUATA DEL TRONTO (ASCOLI PICENO), 25 APR - Un 25 aprile di volontariato per l'associazione "Arquata Potest", una delle zone più colpite dal terremoto del 2016 che ha dedicato la festa della Liberazione al lavoro per recuperare il sentieri tra Spelonga e Pescara del Tronto. "Noi siamo quelli che, quando sentivano l'Inno Nazionale eseguito dalla banda nella piazza di Arquata del Tronto, avevano sempre i brividi lungo la schiena dall'emozione - scrivono sulla pagina Fb dell'associazione -. Da un paio di anni, però, l'effetto è totalmente diverso... Sarà che sentire la stessa banda suonare l'Inno davanti alla nostra Arquata devastata dal terremoto, piuttosto ci provoca un senso di vuoto… Quasi di vergogna di fronte all'abbandono delle istituzioni. Già, le istituzioni...quelle che nelle parate sono sempre in prima fila a battersi il petto...Ecco, noi anziché essere partecipi delle loro parate, vogliamo fargli capire come ancora una volta il buon esempio possa venire dal basso". "Pensando a tutti gli uomini e le donne, i veri eroi che hanno sacrificato la loro vita per donarci la libertà che si celebra oggi si legge -, abbiamo deciso di non starcene con le mani in mano, dedicando la nostra giornata libera al volontariato. Sfogheremo la nostra rabbia sull'ennesimo sentiero da recuperare, metro dopo metro, come al solito, per realizzare qualcosa di positivo per il nostro territorio. Questo giorno particolare lo trascorreremo proprio sul sentiero per Pescara del Tronto, per mantenere viva l'attenzione sul paese che ha pagato il tributo più alto". (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA