Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Picchiato per un debito di droga, due arrestati a Catania

Picchiato per un debito di droga, due arrestati a Catania

Indagini della squadra mobile su una tentata estorsione

CATANIA, 29 febbraio 2024, 13:12

Redazione ANSA

ANSACheck
-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA

Avrebbero minacciato di morte e preso a pugni in volto un giovane per farsi saldare un debito di 3.000 euro contratto nell'ambito degli stupefacenti, gli avrebbero messo a soqquadro casa e, non trovando il denaro, l'avrebbero trascinato a forza fuori da un edificio togliendole anche il cellulare. E' quanto la Procura di Catania contesta a un 38enne e a un 33enne, che sono stati arrestati a Catania dalla polizia.
    Gli agenti della sezione Reati contro la persona della Squadra mobile della Questura hanno eseguito nei loro confronti una misura cautelare della custodia cautelare in carcere emessa dal gip per tentata estorsione aggravata dall'aver commesso il fatto in più persone riunite e all'interno di un'abitazione. Il provvedimento cautelare è stato emesso su richiesta della Procura distrettuale. I due arrestati sono stati rinchiusi nel carcere di piazza Lanza a disposizione dell'autorità giudiziaria. I fatti risalgono alla notte del 28 gennaio scorso.
    Le indagini, allo stato degli atti e in relazione a una fase processuale che non ha ancora consentito l'intervento delle difese, sono partite da una segnalazione al 112 Nue giunta intorno alle 3.30 del mattino. La polizia ha ricostruito l'accaduto incrociando dichiarazioni di testimoni e immagini registrate da telecamere di sorveglianza. La vittima sarebbe rientrata a casa accompagnata da due uomini dal fare minaccioso.
    Uno di loro, indicato come 'Marco', insieme al suo complice avrebbe esercitato violenza e minacce di morte nei confronti della vittima, esigendo la restituzione del denaro e la resistenza della vittima avrebbe scatenato una escalation di violenze.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza