Sardegna: niente election day, Comunali in autunno

Scade termine per leggina, il 20/9 solo referendum e suppletive

(ANSA) - CAGLIARI, 27 LUG - Si spengono le speranze di chi voleva celebrare l'election day in Sardegna. Oggi, infatti, è l'ultimo giorno utile per modificare il testo della leggina approvata dal Consiglio regionale a maggio che fissava la data delle amministrative in una finestra tra il 24 ottobre e il 29 novembre. Così nell'Isola si voterà il 20 settembre, ma solo per il referendum costituzionale sul taglio dei parlamentari e per assegnare il collegio del nord dell'Isola per il Senato rimasto vacante dopo la morte della senatrice Vittoria Bogo Deledda. Le elezioni per il rinnovo di 160 Consigli comunali - tra cui quelli l'unico capoluogo provinciale, Nuoro - previste per questa primavera, slittano invece al prossimo autunno, probabilmente a ottobre.
    Le opposizioni di centrosinistra hanno chiesto sino all'ultimo, anche con una proposta di legge e una campagna social, di "risparmiare" i 9 milioni che si spenderebbero senza l'accorpamento.
    E oggi con un post nel profilo ufficiale "Milia Sindaco", il candidato sindaco a Quartu Sant'Elena - terza città della Sardegna - Graziano Milia, annuncia che "il tempo è scaduto. Ci siamo battuti per evitare lo spreco inutile di risorse pubbliche, per scongiurare la doppia o tripla (in caso di ballottaggio) interruzione dell'attività scolastica, e per tenere in considerazione le raccomandazioni del comitato tecnico scientifico nazionale per ridurre il rischio sanitario". scrive.
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie