"Meno clandestini nell'Isola e più turisti",Zoffili rilancia

Nuovo attacco deputato leghista dopo sbarchi massicci

"Il Governo fa entrare i clandestini in Sardegna e manda via i turisti americani creando un caso diplomatico internazionale". A rilanciare la polemica di questi giorni è il deputato della Lega Eugenio Zoffili, coordinatore del Carroccio in Sardegna, in occasione della raccolta di firme dei giovani leghisti sardi contro vitalizi e per la pace fiscale, che lo ha visto protagonista al banchetto allestito a Cagliari al mercato San Benedetto, con lui anche l'assessora regionale al Personale Valeria Satta.

"Venga qui a risolvere questo problema, perché ormai è un'invasione - ha detto tirando in ballo il ministro degli Esteri Luigi Di Maio affinchè intervenga per bloccare la rotta Algeria-Sardegna - C'è stato uno sbarco anche a Cagliari, ma è un fenomeno ricorrente in tutto il sud dell'isola. Vogliamo per la Sardegna più turisti e meno clandestini", ha ribadito il deputato, reduce anche da una visita al Cpr di Macomer, dove ha trovato "una situazione molto preoccupante". E' infine tornato sugli attacchi via social ai giovani sardi della Lega, immortalati a testa in giù, confermando la querela annunciata ieri: "Episodio gravissimo, ci siamo già rivolti al legale".

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie