Fase 2: Anci, tavolo permanente per ripresa delle scuole

Lettera presidente Deiana a assessori Cultura, Sanità, E.locali

Un tavolo permanente con gli assessorati dell'Istruzione, delle Politiche sociali e degli Enti locali, ma rappresentativo anche del sistema dell'Istruzione, degli enti locali e del privato sociale con l'obiettivo di definire le regola per la ripresa delle attività di nidi e micro-nidi, scuola per l'infanzia, primaria, secondaria di primo e secondo grado. E' l'idea lanciata da Anci Sardegna e contenuta in una lettera aperta del presidente Emiliano Deiana indirizzata agli assessori Andrea Biancareddu (Cultura) e Mario Nieddu (Sanità) e Quirico Sanna (Enti locali), al presidente della commissione Cultura, ai capigruppo e al presidente del Consiglio regionale Michele Pais.
    Regole per la ripresa di attività che, secondo Deiana, "dovrebbero essere validate dal Comitato Scientifico che supporta l'azione del Presidente della Regione e della Giunta in relazione all'emergenza sanitaria da Covid19".
    L'Anci richiama una serie di linee guida che riguardano attività dei Centri Estivi pubblici e privati, la ripresa delle attività per fascia 0-6 anni". E altre "sulla ripartenza delle attività nella scuola dell'infanzia, in quella primaria, secondaria e di scuola superiore, sulla distribuzione degli spazi, e sui problemi del pendolarismo".
    L'Anci Sardegna propone inoltre al Consiglio regionale "l'approvazione di un sistema di regole legislative condiviso fra le forze politiche che disegni anche in relazione all'emergenza da Covid19 un sistema di istruzione sardo capace di disegnare regole più adatte alla realtà insediativa della Sardegna e di combattere la dispersione e l'abbandono scolastico in maniera più efficace".
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie