• Nuova ordinanza Solinas, non cambiano regole su arrivi negli scali

Nuova ordinanza Solinas, non cambiano regole su arrivi negli scali

Lo specifica una nuova ordinanza del governatore Solinas

Anche in Sardegna la Fase 2 scattata oggi equivale a una parziale ripartenza e una maggiore libertà per i residenti, non cambiano invece le regole per quanto riguarda gli arrivi in porti e aeroporti. Cioè, tutti i soggetti in arrivo nell'Isola, a prescindere dai luoghi di provenienza, hanno l'obbligo di osservare la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario per 14 giorni, con contestuale divieto di circolazione sull'intero territorio regionale. E questo varrà fino al 17 maggio.

Lo prevede l'ultima ordinanza della Regione, la n.21, che non fa altro che prorogare gli effetti della n.19 del 12 aprile. Chi approda nell'Isola dovrà comunicarlo al proprio medico di base, compilare un modulo e, in caso di comparsa di sintomi avvertire lo stesso medico, rimanendo raggiungibile per ogni attività di sorveglianza. Il provvedimento è strettamente collegato al decreto del Mit che ha interrotto il traffico passeggeri negli scali portuali e aeroportuali sardi fino al 17 ma non ha nulla a che vedere con l'ordinanza n.20 di sabato che disciplina il percorso della Fase 2 sino al 17 maggio.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie