Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

A Molfetta una marcia per la legalità, 'rispettate la vita'

A Molfetta una marcia per la legalità, 'rispettate la vita'

Tra gli ultimi episodi in città l'omicidio di un giovane

MOLFETTA, 21 febbraio 2024, 20:39

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Il brano "Io sono l'altro" di Nicolò Fabi ha rotto il silenzio in piazza Vittorio Emanuele a Molfetta, nel Barese. Lì, non lontano dalla chiesa di Santa Teresa, le parole del cantautore romano hanno dato voce a una marcia fatta di passi, sguardi e mani che hanno intrecciato cartelli che hanno chiesto legalità. Il corteo è stato voluto dalle associazioni cittadine e dalla Chiesa di Molfetta per chiedere di fermarsi a riflettere sulla violenza che ha segnato la città negli ultimi mesi.
    Tra gli episodi che hanno creato preoccupazione nella cittadinanza, c'è quanto successo la notte di Capodanno quando un gruppo di ragazzi, tra cui alcuni minorenni, hanno ribaltato proprio in piazza Vittorio Emanuele un'auto facendo esplodere dei petardi nel vano motore: la gran parte di loro è stata raggiunta da misure cautelari eseguite dai carabinieri. Giovedì scorso invece, Dario De Gennaro di 23 anni è stato accoltellato a morte in un appartamento in ristrutturazione del rione Immacolata. Per l'omicidio si è costituto il 29enne Onofrio De Pasquale che ora è in carcere. Gesti che hanno spaventato una comunità che è scesa in piazza e che ha percorso le strade e le piazze vicine alle parrocchie del centro ovvero dell'Immacolata, di San Domenico e di San Gennaro. I parroci, assieme a i componenti di alcune associazioni come Azione cattolica e Libera, hanno camminato stringendo fiaccole tra le mani, in preghiera. "Mi rivolgo a tutte le agenzie educative, a partire dalle scuole, che insieme alle famiglie, alle parrocchie e alle Istituzioni, devono trasmettere ai più giovani messaggi di rispetto della persona e della vita e rilanciare l'importanza della non violenza e del rispetto della legalità", le parole del sindaco di Molfetta, Tommaso Minervini.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza