COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale ANCI Umbria

Comune di Marsciano: riaprono le aree giochi

ANCI Umbria

“Con un’ordinanza del sindaco, riaprono al pubblico, a partire da oggi, venerdì 5 giugno, le aree gioco presenti all’interno di parchi, giardini e aree verdi pubbliche. L’uso dei giochi, come del resto l’accesso ai parchi già in precedenza riaperti, è vincolato all’osservanza obbligatoria di precise norme comportamentali volte a contenere il rischio di contagio da coronavirus. Innanzitutto va rispettato il divieto di assembramento nonché il mantenimento di una distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro, che diventa di due metri nel caso di svolgimento di attività sportiva o motoria, salvo i casi in cui è necessaria la presenza di un accompagnatore per i minori o per le persone non completamente autosufficienti. Per quanto riguarda, in particolare, i giochi per bambini, questi sono fruibili nel rispetto di quanto previsto dalle linee guida in materia e sotto la responsabilità dei genitori e/o accompagnatori dei minori. I genitori e/o le persone che accompagnano i minori provvedono all’auto-monitoraggio delle condizioni di salute proprie e del proprio nucleo familiare; per bambini e ragazzi devono essere promosse le misure igienico-comportamentali con modalità anche ludiche, compatibilmente con l’età e con il loro grado di autonomia e consapevolezza; deve essere assicurato il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra gli utenti, ad eccezione dei componenti dello stesso nucleo familiare o conviventi o per le persone che in base alle disposizioni vigenti non siano soggette al distanziamento interpersonale; la mascherina di protezione delle vie aeree deve essere utilizzata da genitori, accompagnatori ed eventuale personale, e dai bambini e ragazzi sopra i 6 anni di età; i genitori e/o accompagnatori dovranno avere a disposizione idonei dispenser di soluzione idroalcolica per la frequente igiene delle mani dei minori accompagnati che utilizzano le attrezzature per il gioco. Il Comune provvederà ad una pulizia e sanificazione quanto più frequente possibile delle attrezzature con detergente neutro, specie per quanto attiene le superfici e attrezzature di gioco toccate più frequentemente, ma questo non sostituirà, ovviamente, gli obblighi comportamentali e di igiene sopra richiamati e di spettanza di chi accede ed utilizza le aree gioco. Si ricorda infine che il non rispetto di quanto indicato è sanzionabile, ai sensi del regolamento di Polizia urbana con una ammenda da 40 a 500 euro”.       

Archiviato in


Modifica consenso Cookie