COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale ANCI Umbria

Comune di Città di Castello: 3 nuovi casi positivi

ANCI Umbria

«Si registrano 3 nuovi casi positivi e 5 guariti. I negativi ai tamponi sono in tutto 12. Il totale dei positivi è di 91 persone più un domiciliato. Abbiamo 35 ricoverati e 7 sono in terapia intensiva»: a fare il punto della situazione è il sindaco di Città di Castello, Luciano Bacchetta.

Il sindaco rende noto che «finalmente, l’intera Muzi Betti sarà sottoposta a tampone. Dagli operatori sanitari agli ospiti, essendo un luogo particolarmente sensibile, dove il rischio di contagio c’è e potrebbe avere effetti gravi. Registro una richiesta di tante Pro Loco della zona Sud per la riapertura dello sportello di Trestina. E’ firmata da Trestina, Promano, Lugnano, Badia Petroia, San Pietro a Monte, San Leo Bastia, Petrelle Fabrecce, San Maiano, San Secondo, Cinquemiglia e Morra. Anche noi lo invochiamo da tempo e ci associamo a questa richiesta che sosteremmo anche nelle sedi ufficiali».

Il sindaco sta «per inviare una lettera a pro loco, società rionali, parrocchie affinchè segnalino persone o casi di bisogno che i canali già attivati non siano riusciti a raggiungere. Pur nella consapevolezza del grande sforzo che abbiamo messo in atto, sono preoccupato che possano esistere situazioni di sofferenza e disagio che, nonostante i nostri sforzi, ci sfuggono. Penso a famiglie in difficoltà, persone che vivono in isolamento o che per condizioni particolari e sociali non riusciamo a incontrare e a cui non possiamo dare una mano e fornire il nostro supporto per alleviare questi giorni di sofferenza. Il coinvolgimento di chi è tutti i giorni sul territorio potrà aiutarci a non lasciare indietro nessuno. Naturalmente fino al 16 aprile è possibile fare domanda accendendo al nostro sito istituzionale per i Buoni Spesa».

Quanto alle mascherine, «mi scuso con i miei concittadini – commenta il sindaco - per l’estensione a tutti i luoghi pubblici e aperti al pubblico della protezione delle vie aeree con mascherine o altri dispositivi. In altre città anche vicine alla nostra, la Regione ha deciso di distribuire gratuitamente le mascherine. La Regione Umbria ancora non ha fatto questa scelta e non la critico, ognuna fa le sue scelte, il Comune si è attrezzato autonomamente per compiere questa distribuzione a partire dagli operatori sanitari e diversi privati hanno donato le mascherine». Infine, per il Venerdì Santo «Il vescovo mons. Domenico Cancian ha promosso un’iniziativa che si svolgerà in Piazza Gabriotti, davanti al Vescovado e sarà in diretta Facebook alle ore 20.00. Ci sarà il sindaco, il direttore della ASL Umbria 1 Silvio Pasqui e le forze dell’ordine, il maestro Fabio Battistelli».

 

Archiviato in


Modifica consenso Cookie