Press Release

  • Associazione aMichi (Bari): l’educazione stradale attraverso l’arte per una rinnovata consapevolezza
COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Associazione aMichi (Bari): l’educazione stradale attraverso l’arte per una rinnovata consapevolezza

Pagine Sì! SpA

“Attraverso l’arte, tanto amata da mio fratello Michele, l’Associazione aMichi Odv intende diffondere l’educazione stradale - introduce Francesco Visaggi, che ne riveste la carica di vicepresidente. L'assente è il ‘grande presente’ dentro di sé, che spinge oltre i confini della perdita, verso una crescita personale, verso una nuova filosofia di vita e al rafforzamento delle relazioni esistenti. L’obiettivo dell’associazione è questo: evitare che le vite di altri giovani ragazzi vengano interrotte così bruscamente e che altre famiglie possano essere travolte da tale sofferenza”.

L’Associazione aMichi di Michele Visaggi nasce a Bari nel 2011 a seguito della prematura scomparsa del giovanissimo Michele Visaggi, avvenuta un anno prima a causa di un incidente stradale. Questo evento, improvviso quanto drammatico, si trasforma in forza propulsiva per coinvolgere la cittadinanza e, in primis, gli stessi amici e parenti di Michele, sul tema della sicurezza stradale attraverso lo slogan “l’arte della sicurezza stradale”.

“Il lutto è feroce. Eppure ha un ruolo terapeutico, perché innesca la necessità di andare avanti, restituendo a chi resta l'obbligo di un cambiamento, poiché nulla è più come prima - prosegue Francesco Visaggi. L’associazione, appunto, intende testimoniare e mantenere vivo il ricordo di Michele come simbolo e monito al contempo, del valore inestimabile insito nella vita”.

Ad un anno e un giorno dalla sua scomparsa, il 21 Marzo 2011, la Odv, all'epoca Onlus, ha messo in scena, al teatro Piccinni di Bari, “La Ballata dell’esteta”, una prosa teatrale rappresentata dagli amici con cui Michele si dilettava a fare teatro.

L'impegno di aMichi per la sensibilizzazione circa la tematica della sicurezza stradale si è concentrato da subito su quegli utenti che si iniziano ad approcciare alla strada, dando vita a progetti mirati.

“I volontari dell'associazione aMichi escono in missione per le strade della città di Bari per intervistare i cittadini, di tutte le età e sesso, al fine di testare il livello di consapevolezza della comunità circa nozioni di base che ogni utente della strada dovrebbe conoscere - aggiunge Francesco Visaggi. Nascono così le interviste "Pillole di Sicurezza" che prestano il nome al progetto poi diffuso nelle scolaresche”.

In collaborazione con ANSI, Associazione Nazionale Scuola Italiana Comitato di Bari, Lions Club Bari San Nicola, Moto Club Bari ASD, Anna Vita Perrone, dirigente Sezione Biblioteca Consiglio Regionale della Regione Puglia e Consiglio Regionale della Regione Puglia, il progetto "Pillole di Sicurezza" ha assunto un carattere più strutturato, espandendosi fino a toccare tutto il territorio regionale. L’iniziativa vede dapprima coinvolti gli studenti degli istituti superiori del barese, per poi allargarsi alle scuole medie ed elementari di tutta la Regione Puglia, quali prossimi fruitori dei mezzi di trasporto più vari, verso il rispetto delle regole e alle responsabilità che comporta l'essere utenti della strada.

In quest'ottica viene realizzato "Sei Sicuro" che accoglie i ragazzi delle scuole superiori in una giornata all'aperto all'insegna della sicurezza con istruttori e interventi di primo soccorso.

“Grazie alla preziosa guida del Dott. Antonio Consiglio, prende vita “Il teatrino dell’automobile” - sottolinea Francesco Visaggi - un altro progetto con lo scopo di promuovere l’uso delle cinture di sicurezza nei bambini e l’uso del seggiolino, basandosi sul principio della ‘mente interattiva’ e focalizzando l’attenzione sull’analisi di quei processi che possano rendere ‘fighi’ comportamenti necessari a salvare vite umane”.

L’attività dell’associazione è dinamica e trasversale: concorsi fotografici, cortometraggi e mostre, nonché ovviamente informazione. Non solo, è stata avviata un’importante iniziativa di sostegno alla comunità con i "Corsi di guida sicura” che, grazie agli interventi di più professionisti: istruttori di scuola guida, medici di pronto soccorso esperti nelle pratiche di primo soccorso e psicologi del traffico, aiutano l'utente ad affrontare la guida di un mezzo in maniera più sicura e consapevole.

“La strada di aMichi Odv incontra quella di altre associazioni e fondazioni baresi, aderendo alla Federazione le Strade di San Nicola, per il raggiungimento di obiettivi solidali - prosegue Francesco Visaggi. A distanza di dieci anni, l’impegno resta sempre attivo e si va espandendo sempre più attraverso lo strumento che più ci appartiene: l’arte in ogni sua forma, come inno alla vita”.

La forza dell’associazione sono proprio i suoi fondatori, i volontari che nel corso di questi lunghi dieci anni di attività e undici anni dalla scomparsa di Michele, si sono uniti per un progetto che li aiuta anche ad elaborare la perdita e rende le vite migliori perché a favore del prossimo.

“Non posso non ringraziare - conclude Francesco Visaggi: Oriana Antonacci, Marzia Belvedere, Paola Belvedere, Tania Cascella, l'artista Davide Ceddia, Alessandra Cozzi, Donato Debernardis, Anna De Lauro, Monica De Romita, Anna Esposito, Guendalina Marzulli, Lucia Muscarelli, Gabriella Olivieri, coloro i quali hanno reso possibile tutto questo, e non voglio dimenticare i miei genitori Grazia e Piero, Presidente dell'Associazione, che nel dolore non fanno mai mancare la loro presenza ed il loro apporto”.

Per saperne di più visita il sito web www.amichivisaggi.com

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Modifica consenso Cookie