COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Tempestive srl, i primi venti anni da protagonista nel digitale

Redazione ANSA

Nel digitale 20 anni corrispondono ad un millennio, ma dalle parti di Tempestive l’aria che si respira è sempre quella di una realtà giovane, dinamica ed in continua crescita.

Un traguardo disseminato da successi quello dell’azienda leader nel settore dell’Information and Communication Technology, nata nel 1998 dall’idea e il talento di Massimo Alessandro Santin, Paolo Santin, Diego Visentin e Renzo Ciot e oggi insediata nel cuore del Polo Tecnologico di Pordenone.

“Siamo giovani, dinamici e in continua crescita - sottolinea l’Amministratore Paolo Santin - grazie ad uno staff di 18 bravissimi collaboratori, per un totale di 22 persone sempre impegnate a rispondere al meglio e in maniera tempestiva alle necessità dei propri clienti. L’età media di 35 anni, oltre 5mila ora all’anno di formazione, una ricerca continua al servizio dei nostri 100 e passa clienti, alcuni leader mondiali nel proprio settore, sono i numeri che più ci piacciono raccontare di Tempestive”.

Venerdì 14 settembre alle ore 16:00, l’azienda di consulenza informatica specializzata nella progettazione e nella realizzazione di soluzioni tecnologicamente avanzate, festeggerà i suoi primi 20 anni di attività, con un evento al Polo Young Villa Cattaneo, durante il quale si ripercorreranno i casi di successo grazie alla partecipazione di clienti “storici” ed esperti di settore.

In prima linea per la rivoluzione tecnologica Industria 4.0, non solo per le grandi industrie ma anche per le piccole e medie imprese, Tempestive srl è anche un’azienda di riferimento nel programma di partnership globale con Microsoft e IBM, cofondatore della Fondazione Istituto Superiore per l’Information and Communication Technologies (ITS J.F.Kennedy) di Pordenone e collabora con scuole e università di altissimo livello anche per progetti a livello Europeo.

Tutti elementi chiave per proseguire nel cammino del successo per i prossimi anni sempre più “digitali”.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: