COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Andrea Bagnariol: «La formazione, leva di competitività per le aziende»

Pagine Sì! SpA

Secondo il titolare della Beass srl di Porcia (Pordenone), azienda specializzata in sicurezza e antincendio, promuovere la cultura della sicurezza è un investimento per migliorare economicità e processi produttivi aziendali

«Investire in formazione rende più competitive le imprese». Ne è certo Andrea Bagnariol, titolare della Beass di Porcia (Pordenone), azienda pordenonese con 54 anni di storia nell’ambito dell’antincendio, della sicurezza e prevenzione sul luogo di lavoro. «La formazione è la leva su cui investire nei momenti più difficili, come quello che stiamo attraversando oggi» prosegue Bagnariol.

Andrea Bagnariol rappresenta la seconda generazione dellazienda che da 54 anni in Triveneto si occupa di sicurezza a 360 gradi (dalla formazione, alla fornitura, fino alla manutenzione e consulenza) e che ai mesi di chiusura forzata ha risposto adattandosi alle nuove esigenze, ad esempio proponendo nuove soluzioni di formazione a distanza.

«Formazione significa non solo essere pronti a prevenire o gestire eventuali problemi ma significa soprattutto accrescere la cultura aziendale – spiega Andrea Bagnariol – Non è mai un costo bensì l’opportunità per aumentare la performance dell’impresa, poiché una maggiore sicurezza sul lavoro nel lungo termine significa economizzare e migliorare produttività e processi». A ventisei anni dall’introduzione della legge 626 (norma superata dal decreto legislativo 81 del 2008) che ha rivoluzionato la sicurezza sul lavoro, ci si accorge «che all’epoca non c’è stato un percorso culturale di accompagnamento per cui una cosa fondamentale come la formazione è stata recepita solo come un onere o un obbligo di normativa» commenta il titolare di Beass. Formazione in ambito sicurezza non va intesa solo come preparazione quando ci si trova sul luogo di lavoro o come semplice adempimento, è invece l’occasione per acquisire conoscenze che entrano a far parte del bagaglio personale di esperienze con cui meglio affrontare la quotidianità. Motivo per cui «da anni organizziamo incontri gratuiti assieme all’Università della Terza Età, alle associazioni locali, alle scuole, agli Scout per promuovere la prevenzione attraverso comportamenti e buone prassi, ad esempio come si accende un fuoco in sicurezza» conclude il titolare della Beass di Porcia.

Archiviato in


Modifica consenso Cookie