Press Release

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Riccardo Petricca: “Perdita dati e danni al business, fondamentale investire in cyber sicurezza”

Pagine Sì! SpA

La cyber security diventa sempre più decisiva nella protezione delle economie aziendali, sia di grandi che di piccole dimensioni. I recenti casi di attacchi ai database dei sistemi sanitari in diverse regioni italiane hanno portato imprenditori e realtà organizzative ad una presa di coscienza verso il fenomeno, che può creare gravi danni non solo economici ma anche reputazionali. “Gli investimenti in sicurezza sono fondamentali, ora più che mai”, spiega Riccardo Petricca, ingegnere, consulente aziendale nello sviluppo di ambienti informatici tecnologicamente avanzati. “Quando un ransomware agisce, cripta o cancella i dati. Un semplice backup non è sufficiente, spesso i file sono salvati nelle stesse piattaforme obiettivo degli hacker: così aziende e organizzazioni rischiano di ritrovarsi in ginocchio”, ammonisce Petricca. La principale soluzione è l’investimento costante in sicurezza: non un costo, bensì un’opportunità che permette la protezione del business aziendale. Come illustrato dall’Ingegner Petricca, gli investimenti in cybersicurezza rientrano nel piano nazionale industria 4.0, godendo di vantaggi fiscali quali il credito d’imposta. “È il momento decisivo per dotarsi di sistemi capaci di proteggere le informazioni critiche di un’azienda o un’organizzazione. È decisiva la formazione del personale per riconoscere gli attacchi all’infrastruttura informatica: salvaguardare i dati è fondamentale per non rischiare perdite economiche o nella reputazione”, ammonisce Petricca. I ransomware sono attacchi mirati alla riscossione di denaro: criptando i dati, minacciando la loro cancellazione o pubblicazione online, gli hacker chiedono in cambio un vero e proprio riscatto. Senza un backup adeguato e con sistemi di difesa specifici, con la perdita totale o persino parziale dei dati, le imprese si ritrovano a dover ricostruire un’intera storia aziendale che può costare ingenti somme, dovendo impiegare tempo e risorse per la digitalizzazione dei documenti cartacei. Ma grazie alle soluzioni informatiche esistenti, tali rischi possono essere annullati, potendo sfruttare le infrastrutture tecnologiche per la protezione dei dati sensibili. Riccardo Petricca, membro del Comitato Italiano Ingegneria dell’informazione di Frosinone, dove è anche presidente della commissione Cyber Security, e docente presso la Pontifica Università Urbaniana di Roma, opera nel campo della consulenza aziendale da oltre 20 anni. La multidisciplinarietà sta alla base del suo lavoro: costruire un ambiente informatico sicuro e su misura, permettendo il dialogo tra le strumentazioni tecnologiche e digitali, permette a imprese piccole e private di guardare al futuro con più serenità.

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Pagine Sì! SpA

Modifica consenso Cookie