Dal 7 gennaio saldi, commercianti temono restrizioni weekend

Sconti subito alti, oltre 50%, Prevista spesa media di 200 euro

(ANSA) - TORINO, 05 GEN - I commercianti sperano nei saldi - al via in Piemonte giovedì 7 gennaio - per recuperare le forti perdite dovute all'epidemia, superiori a un miliardo di euro, ma temono nuove restrizioni nel primo weekend. Gli sconti saranno subito piuttosto alti, in alcuni casi oltre il 50%.
    "Il rito dei saldi è più che mai irrinunciabile, ma prevale l'incertezza" sostiene l'Ascom che considera un eventuale nuovo lookdown "un disastro per l'intera filiera della moda e dell'abbigliamento". Secondo un sondaggio di Confesercenti, un torinese su due è interessato ad acquistare durante i saldi, ma solo il 10% ha già stabilito un budget: in media 200 euro, in ribasso rispetto al 2020. La spesa potrebbe essere più alta, visto che il 75% del campione deciderà gli acquisti sul momento, a seconda delle occasioni. "Una tale incertezza alla vigilia dei saldi non si era mai riscontrata", commenta.
    In cima ai desideri dei torinesi ci sono scarpe e capispalla, possibile acquisto per il 40%, con cappotti, giacconi e giubbotti trainati dal clima freddo. Seguono prodotti di maglieria (38%), capi di camiceria (26%), magliette e intimo (entrambi al 22%), poi borse (13%) e accessori (11%). (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie