Covid: Piemonte, meno tamponi per problema forniture

Di Perri, ieri fatti seimila ma ne servono dodicimila

(ANSA) - TORINO, 15 OTT - In Piemonte vengono svolti meno tamponi del necessario a causa di "un problema di forniture". Lo ha rivelato il virologo Giovanni Di Perri, direttore della struttura malattie infettive dell'ospedale Amedeo di Savoia a Torino e componente della task force regionale anti Coronavirus, nel corso di un'intervista resa a Radio Veronica One.
    "Dai nuovi centri di Novara e di La Loggia - ha spiegato - ci si aspettano almeno mille test al giorno. Ma in questo momento non riescono a effettuarli. Sembra la ditta fornitrice sia un po' in ritardo nella consegna di materiali e, in particolare, di un oggetto tecnico che serve per l'operazione". "Mi auguro - ha aggiunto Di Perri - che in pochi giorni la cosa possa essere superata perché oggi come oggi il Piemonte deve raddoppiare il numero dei tamponi. Ieri ne ha fatti seimila: devono essere dodicimila".
    Di Perri ha avuto parole di ringraziamento verso chi sta lavorando ai tamponi "sia in laboratorio che nella fase di campionamento", profondendo "enormi sforzi" con "turni fino alle quattro di notte". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030



      Modifica consenso Cookie