Fase 2: riapre Musli, incontro su storia scuole all'aperto

Il 2 giugno prevista anche visita guidata Percorso Libro

(ANSA) - TORINO, 27 MAG - A Torino, la storia delle scuole all'aperto si intreccia con la storia dell'assistenza a bambini gracili e poveri e della prevenzione antitubercolare, le prime lezioni all'aperto di scuole "normali" risalgono a inizio Novecento, quando i bambini della Tommaseo, con il banco-zaino in spalla, vanno a studiare nei giardini Cavour, quelli della Roberto D'Azeglio (1914) e quelli della Gaspare Gozzi fanno lezione in campagna o coltivano il giardino scolastico. Di questo tema, che oggi si lega alla ripartenza della scuola dopo l'emergenza Covis, si parlerà in un incontro, nel cortile di Palazzo Barolo, organizzato dal Musli, Museo della scuola e del Libro per l'Infanzia, martedì 2 giugno, in occasione della riapertura al pubblico.
    Con Pompeo Vagliani, presidente della Fondazione Tancredi di Barolo, interverranno Fabrizio Bertolino dell'Università della Valle d'Aosta, Maria Cristina Morandini dell'Università di Torino, Luciana Pasino della Fondazione Tancredi di Barolo.
    Tra le 15.30 e le 18.30 sarà anche possibile partecipare alla visita guidata al Percorso Libro, itinerario permanente dedicato alla storia del libro per l'infanzia, comprensivo della mostra temporanea "Tante teste tanti cervelli. Lanterna magica delle facce umane". Si potranno così scoprire circa settanta libri animati, abbecedari e giochi dell'Ottocento e del primo Novecento, così come i rapporti tra libri animati e "precinema".
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030



        Modifica consenso Cookie