Fase 2: boom domande piccole imprese per bando Sprint

Per acquisto tecnologie digitali e strumenti informatici

(ANSA) - ROMA, 21 MAG - Sono arrivate a 1.120 alle 10 di questa mattina le domande delle micro e piccole imprese torinesi e a soggetti iscritti al Rea in risposta al bando Sprint della Camera di Commercio. Sprint offre un milione di euro alle imprese che dal 23 febbraio fino al 22 giugno avranno acquistato tecnologie digitali, strumenti informatici, attrezzature e consulenze per la propria riorganizzazione, in questa difficile ripresa nell'emergenza Covid-19. La spesa minima per ogni impresa deve essere di almeno 1.500 euro, mentre il voucher sarà pari al 50% della spesa, con un massimo di 3.000 euro a impresa.
    A una prima valutazione delle domande emerge che hanno partecipato tutti i tipi di impresa: individuali, sas, srl, alcune cooperative o associazioni di natura culturale e sociale, provenienti dal commercio, manifattura, servizi alla manifattura o al turismo, artigianato.
    "il nostro bando Sprint è stato aperto ieri alle 12 e dopo due ore eravamo già vicini al limite delle imprese beneficiarie, essendo l'istruttoria solo per ordine cronologico e avendo chiesto in molti il massimo dei 3.000 euro. Alle 10 di questa mattina siamo arrivati a 1.120 domande e altre ne arriveranno", spiega il presidente della Camera di commercio di Torino, Dario Gallina. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie