Fase 2: Piemonte, sì a take away ma a Torino dal 9 maggio

Cirio, è sintesi tra necessità ripartenza e prudenza

(ANSA) - TORINO, 29 APR - Si alla vendita di cibi take away dal 4 maggio in Piemonte, con l'avvio della fase 2, con l'unica eccezione di Torino dove l'attività potrà ripartire soltanto dal 9 maggio. In ogni caso resta mano libera ai sindaci della regione di adottare misure differenti, rispetto all'ordinanza che verrà firmata domani dal presidente della Regione Alberto Cirio, "in caso di eventuali criticità.
    "E' stata trovata una sintesi tra l'esigenza di far ripartire le nostre attività e la prudenza che ci viene chiesta dai medici", commenta Cirio, La scelta di ritardare l'avvio del take away a Torino - spiega - "risponde, invece, alla necessità di una maggiore cautela sul capoluogo piemontese, in considerazione dell'alta densità demografica, del numero complessivo delle attività di ristorazione e di un quadro epidemiologico che impone maggiore prudenza". Sono interessati bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie, le fasce di vendita sono 11-14 e 18-21. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030



      Modifica consenso Cookie