Rapporto, stranieri ancora penalizzati

Nonostante protezione legale permangono condizioni fragilità

(ANSA) - TORINO, 20 NOV - Gli stranieri continuano ad essere "penalizzati o discriminati per provenienza, appartenenza religiosa, accesso ai servizi e beni fondamentali del welfare, come la casa e l'istruzione". È la conclusione del Rapporto 2018 dell'Osservatorio interistituzionale sugli stranieri in provincia di Torino, redatto da Prefettura e Comune. Rispetto al 2017, lo Sportello del Comune di Torino ha registrato un aumento di accessi di persone in possesso di una protezione, ma in cerca di accoglienza, formazione e lavoro. "Segno del permanere di condizioni di fragilità, nonostante l'ottenimento di una protezione legale". Particolare attenzione per i minori stranieri, che, nell'anno scolastico 2018/2019 sono stati il 13,06% degli studenti nella regione. Il 40% di loro sono iscritti agli istituti tecnici, il 32% a licei, e presentano un alto rischio di dispersione scolastica.
    Rispetto ai coetanei italiani, i minori stranieri con disabilità sono penalizzati: per loro è più complicato e meno precoce l'iter diagnostico.
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere