Gb, prima vittima tra suore Madre Teresa

Portava da mangiare a infetti. Religiose malate anche a Parigi

(ANSA) - ROMA, 4 APR - Muore in Galles, Gran Bretagna, a causa del coronavirus, una suora di Madre Teresa, la prima vittima dell'ordine delle Missionarie della Carità. Nelle ultime settimane era lei che a Swansea, nel Galles, a 300 chilometri da Londra, portava il cibo ai poveri infetti. Lo riferisce AsiaNews.
    "Cari amici, con profondo dolore, vi informiamo che suor Sienna, 73 anni, del convento di Swansea (Galles, Gb) si è diretta verso il riposo eterno con il nostro Signore. Era stata ricoverata in ospedale per Covid-19. Lei è del Jharkhand, India.
    Pregate per la sua anima. Vi chiediamo di pregare anche per le altre suore del convento. Tutte le religiose della comunità sono positive al virus, una è molto grave": è il comunicato diramato dalla casa madre delle Missionarie della Carità a Calcutta.
    Suor Bresilla , da Calcutta, spiega che la religiosa defunta è stata Missionaria della Carità per 50 anni. Nativa dello Jharkhand (India dell'est), era stata mandata in Gran Bretagna nel nord di Londra. Poi, nel 2016, era stata trasferita a Swansea, dove lavorava con i poveri e gli abbandonati. In questo periodo era incaricata di distribuire pacchi di cibo ai poveri, affetti da coronavirus. A causa della malattia, era stata ricoverata nel Morriston Hospital di Swansea per complicazioni da infezione virale, dove è morta.
    Fino ad ora non si sa di altre vittime fra le Missionarie, sebbene nel convento di Swansea, dove viveva suor Sienna, tutte le suore sono malate. Si ha notizia che anche il convento delle suore di Madre Teresa a Parigi è in isolamento, dato che alcune religiose hanno manifestato i sintomi della polmonite acuta.(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA




Modifica consenso Cookie