Il Papa ringrazia lavoratori Santa Sede

Per continuare ad operare 'in questo periodo difficile'

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 1 APR - "Il ringraziamento del Santo Padre" è stato espresso dal cardinale segretario di Stato Pietro Parolin - insieme a quello suo "personale" - a "ciascun laico, religioso e sacerdote che presta servizio presso la Santa Sede" in questo periodo segnato dalla pandemia del coronavirus.
    Attraverso una lettera inviata ai capi dicastero della Curia romana, il porporato - riferisce l'Osservatore Romano - rivolge ai dipendenti vaticani un incoraggiamento ad affrontare il "sacrificio che viene chiesto", nella consapevolezza delle "preoccupazioni", delle "difficoltà" e delle "fatiche" quotidiane, grato "per lo spirito di disponibilità" con cui essi proseguono il "lavoro, seguendo con attenzione le misure cautelative che sono state disposte per limitare il più possibile il contagio". Il virus - prosegue Parolin - non ha risparmiato neanche "lo Stato della Città del Vaticano e la Curia romana". Nonostante ciò, pur cercando di "salvaguardare la salute" delle persone, "i dicasteri sono rimasti aperti, al fine di garantire l'esercizio del ministero petrino".
    Al personale della Santa Sede è stato chiesto di continuare, anche se "in misura ridotta, alternata e flessibile" a "recarsi in ufficio" oppure, "ove possibile, di svolgere attività da casa". Aspetto - questo del lavoro delocalizzato - che, "perdurando la criticità", il Segretario di Stato raccomanda "con insistenza di favorire e di implementare il più possibile".(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA




Modifica consenso Cookie