Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Sondaggio, nell'Ue solo il 10% crede in sconfitta di Mosca

Sondaggio, nell'Ue solo il 10% crede in sconfitta di Mosca

Per il 37% la guerra si concluderà con un accordo di compromesso

ROMA, 21 febbraio 2024, 11:07

Redazione ANSA

ANSACheck

© ANSA/EPA

Il sostegno all'Ucraina tra gli europei rimane ampio, ma a quasi due anni dall'invasione solo il 10% circa della popolazione crede che la Russia possa essere sconfitta: è quanto emerge da sondaggio condotto a livello europeo e pubblicato sul Guardian.
    A questo punto, secondo lo studio commissionato dal think tank European Council on Foreign Relations (Ecfr), la fine più probabile del conflitto avverrà con un "accordo di compromesso" che richiederà un approccio più "realistico" da parte dei politici, centrato quindi sulla definizione di cosa debba effettivamente significare una pace accettabile. "Per giustificare il continuo sostegno europeo all'Ucraina, i leader dell'Ue dovranno cambiare il modo in cui parlano della guerra", ha affermato il coautore del sondaggio, Mark Leonard dell'Ecfr.
    Il sondaggio sottolinea che il pessimismo sull'esito della guerra viene alimentato da una controffensiva ucraina che non ha dato i risultati attesi, dai crescenti timori di un cambiamento della politica statunitense e dalla prospettiva di un secondo mandato presidenziale americano per Donald Trump.
    In tutti i Paesi, secondo il sondaggio, l'opinione più comune - condivisa da una media del 37% degli intervistati - è che la guerra si concluderà con un "accordo di compromesso", anche se alcuni Paesi sono più favorevoli a questo risultato rispetto ad altri. Quanto agli aiuti all'Ucraina, in Svezia (50%), Portogallo (48%) e Polonia (47%) gli intervistati sono più propensi a sostenere che l'Europa dovrebbe continuare ad assistere militarmente il Paese, mentre in Ungheria (64%), Grecia (59%), Italia (52% ) e Austria (49%) preferiscono spingere Kiev ad accettare un accordo. In Francia, Germania, Paesi Bassi e Spagna le opinioni sono più equamente divise.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza

ANSA Corporate

Se è una notizia,
è un’ANSA.

Raccogliamo, pubblichiamo e distribuiamo informazione giornalistica dal 1945 con sedi in Italia e nel mondo. Approfondisci i nostri servizi.