Unicam, gadget lauree ecosostenibili

"Per la tua laurea...è ora di piantarla",feste senza danni clima

Redazione ANSA CAMERINO (MACERATA)

(ANSA) - Gadget e materiali ecosostenibili per i festeggiamenti delle lauree. L'iniziativa, denominata "Per la tua laurea è... ora di piantarla", è dell'Università di Camerino che sta portando avanti una serie di programmi per garantire azioni e comportamenti il più possibile ecosostenibili e rispettosi dell'ambiente. Un progetto che si inserisce nella campagna #istruzionenoestinzione, portata avanti in collaborazione con il Ministero dell'Università e della Ricerca e la Conferenza dei Rettori delle Università italiane.
    Dopo l'istituzione della Commissione sostenibilità e la realizzazione di una linea di gadget ecosostenibili, fa sapere Unicam, "uno dei problemi urgenti da fronteggiare è quello dei festeggiamenti, legittimi e sacrosanti, dei laureati al termine delle sedute di laurea". Da qui l'idea dei materiali non dannosi per il clima. "Abbiamo fortemente voluto lanciare questa nuova campagna - sottolinea il rettore Claudio Pettinari - per cercare un'alternativa che permetta, da un lato, di trascorrere felicemente una delle giornate più importanti della vita delle nostre studentesse e dei nostri studenti e, dall'altro, di rispettare l'ambiente e i luoghi nei quali hanno trascorso, o stanno trascorrendo alcuni anni del loro percorso formativo".
    Ai primi due laureati per ognuna delle cinque Scuole di Ateneo delle prossime sessioni di laurea sarà consegnato un kit composto da buste con coriandoli in carta biodegradabile all'interno dei quali ci sono semi di fiori; per cui, se cadono in terra, non si sporca, ma si piantano fiori, palloncini in lattice biodegradabile con astine in carta, scatoline ecologiche sparacoriandoli ed una cornice di cartone riciclato per immortalare questo momento così importante. I kit saranno quanto prima disponibili da acquistare presso il Punto informativo dell'ateneo. "Il nostro intento - conclude il rettore - non è dunque quello di vietare alcunché, ma vogliamo esortare i nostri giovani ad un'organizzazione più consapevole e responsabile anche dei momenti di festa, perché il mondo si cambia anche così, iniziando dai piccoli gesti quotidiani".(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in


        Modifica consenso Cookie