Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Linea idrica per acqua potabile tutto l'anno in rifugi di Ussita

Linea idrica per acqua potabile tutto l'anno in rifugi di Ussita

Intervento da 480mila euro per Cristo delle Nevi e Cornaccione

MACERATA, 09 febbraio 2024, 13:42

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Una nuova linea idrica che garantisca acqua potabile tutto l'anno ai rifugi Cristo delle Nevi e Cornaccione, nel Comune di Ussita (Macerata).
    L'intervento, del valore di 480mila euro ha ottenuto il via libera dalla Cabina sisma presieduta dal commissario alla ricostruzione sisma 2016 Guido Castelli.
    I lavori, che vengono inseriti nel più ampio programma dell'Ordinanza speciale dedicata alla ricostruzione pubblica del comune di Ussita, serviranno per collegare con una linea di adduzione di circa 2.300 metri i due rifugi danneggiati dal sisma al serbatoio "Pippetto". In questo modo sarà garantito il rispetto delle norme igienico-sanitarie dei rifugi e sarà anche più semplice utilizzare l'acqua per i cantieri di ricostru- zione, consentendo una disponibilità costante di acqua sanitaria. La ricostruzione dei due rifugi è già programmata con uni mporto di 1,2 milioni di euro (454mila euro il Cristo delle Nevi e 800mila euro il Cornaccione).
    "Nella nostra strategia di rilancio e valorizzazione dell'Appennino centrale, non dobbiamo dimenticare l'importanza dei servizi e delle infrastrutture che consentono di fruire della montagna tutto l'anno - spiega Castelli - Per questo abbiamo posto particolare attenzione non solo alla rifunzionalizzazione degli impianti di risalita, grazie al programma NextAppennino, ma anche alla ricostruzione e all'ammodernamento dei rifugi che costituiscono il punto di approdo ideale per i tanti visitatori e appassionati che alimentano l'economia locale".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza