Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

'Vasca di espansione a Senigallia sarà pronta entro l'anno'

'Vasca di espansione a Senigallia sarà pronta entro l'anno'

Assessore risponde a interrogazione dem su lavori a Bettolelle

ANCONA, 20 febbraio 2024, 16:00

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Saranno ultimati entro il 2024 i lavori di realizzazione della vasca di espansione a Bettolelle di Senigallia per la mitigazione del rischio di esondazione del Misa. Lo ha riferito l'assessore regionale alla Protezione Civile Stefano Aguzzi, rispondendo ad un'interrogazione del Gruppo del Pd, primo firmatario il capogruppo Maurizio Mangialardi che è stato anche sindaco di Senigallia.
    Aguzzi ha ricordato come il progetto per la vasca risalga al 1981. "E' un Intervento molto importante sulla vallata del fiume Misa - ha ricordato per mettere in sicurezza o miglior sicurezza il territorio, rispetto a quanto avvenuto negli anni, con esondazioni e altro". Tra il 1981 e il 2015, ha detto l'assessore, "non so cosa sia avvenuto ma so che non è stata portata avanti. Meglio di me sul territorio possono saperlo ma non è venuta a compimento la progettazione pensata 50 anni fa".
    Dopo l'alluvione del 3 maggio 2014, nel 2015 la Provincia allora competente per il Genio Civile intraprese il percorso; poi Il Genio Civile passò alla Regione: anche in questo caso "tre anni di stallo". Nel 2019, ha proseguito, il nuovo dirigente del Genio Civile Regione "prese in mano di nuovo il percorso per la gara d'appalto che prevede progettazione e lavori da parte della ditta vincitrice". Poi "altro stallo, le burocrazie in Italia si sprecano, fino alla gestione del mio assessorato: nel 2022 si è arrivati allo sblocco dell'attività: la dirigenza del settore ambiente si prende la responsabilità di approvare le procedure.
    Mangialardi, non soddisfatto dalla risposta, ha precisato che la vicenda la conosce bene: "l'interrogante ha una storia sulle spalle. - ha ricordato . Per un ritardo di 20 giorni: il Consiglio comunale non approvò la variante, rinviata in commissione contro la mia volontà allora; per quel motivo mi sono preso un avviso di garanza e un rinvio a giudizio per aver ritardato di 20 giorni una vasca che aveva una storia di 40 anni e di questo passo ce ne vorranno altri 15". "Dal 2018 al 2022 si è fatto poco: - ha attaccato -. Si tratta di una partita molto complicata: Tribunale delle acque, Comitati, vasca da 3 milioni di metri cubi ridotta a 800mila poi riportata a 1,2 milioni".
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza