Fase 2: Anci Marche, sindaci riflettono dopo movida

Mangialardi, eventuale rimodulazione orari

   Il bilancio del rispetto delle prescrizioni anti-contagio dopo il weekend costringe i sindaci a riflettere sugli assembramenti durante la movida. "Come Anci Marche - afferma il presidente Maurizio Mangialardi, sindaco di Senigallia - abbiamo contribuito alla redazione dei protocolli condivisi con la Regione con le associazioni di categoria per riaprire in maniera sicura.. Come Comuni abbiamo concesso ulteriori spazi pubblici agli esercenti esentando la Tosap e la Cosap. La preoccupazione che mi è stata tuttavia espressa da molti sindaci - prosegue - ci deve far riflettere anche nei confronti di un'eventuale rimodulazione di orari e modalità delle aperture per evitare un nuovo aumento dei contagi". Anci Marche ritiene "indispensabile attenersi alle poche regole imposte, evitando assembramenti e le situazioni che non garantiscono il distanziamento sociale di almeno un metro al chiuso e all'aperto". Da Mangialardi anche un elogio ai volontari Prociv per i controlli. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030



        Modifica consenso Cookie