Sequestro olio evo: Oleificio Mosci, noi estranei

(ANSA) - SAN MARCELLO (ANCONA), 15 GEN - Dopo il sequestro, da parte dei carabinieri forestali delle Marche, di 1.200 litri di olio evo proveniente dalla Puglia e pronto ad essere immesso sul mercato marchigiano con certificazione bio e IGP Marche, trovati in un frantoio dell'Anconetano, l'Oleificio F.lli Mosci di San Marcello si dichiara in una nota "completamente estraneo alla vicenda", chiedendo agli enti competenti "di rendere pubblici i dettagli dell'indagine in modo da non dare adito ad ulteriori fraintendimenti". Nel comunicato, a firma del legale rappresentante della ditta, Lorenzo Mosci, l'azienda ed suoi soci "dichiarano di non essere in alcun modo coinvolti nella vicenda riguardante una presunta tentata frode a carico di un Frantoio di San Marcello". "Tutti i controlli ad oggi ricevuti da parte degli organi competenti - si legge - hanno sempre avuto esito positivo, in particolare le procedure igienico-sanitarie e di tracciabilità del prodotto non sono state mai ed in alcun modo contestate. Siamo amareggiati che per via di azioni altrui possa essere infangato il nome della nostra azienda e del nostro marchio, simbolo di qualità, tracciabilità, trasparenza nei confronti del consumatore e rispetto di tutte le norme vigenti".(ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie