Sociologo, stiamo ballando con l'apocalisse

Fontana, fine di un'epoca, siamo su tappeto volante verso futuro

(ANSA) - MILANO, 08 APR - A gennaio aveva pubblicato un saggio dal titolo 'Ballando con l'apocalisse' che oggi sembra quanto mai profetico: "da alcuni studi - racconta Andrea Fontana - mi ero accorto che il 2020 sarebbe stato un anno di grandi cambiamenti tra crisi economiche, politiche e anche pandemie e da sociologo mi sono detto che l'unica cosa da fare è proprio ballare con l'apocalisse, non pensando che sia la fine del mondo, ma di un'epoca, che porta in sé l'inizio di qualcosa di nuovo".
    "Avevo immaginato diversi scenari di cambiamento e in un mese sono arrivati, ma i segnali - ammette - c'erano tutti, a partire da Greta, che sembra un profeta dell'Antico Testamento con i suoi testi da fine del mondo". E ora? "Siamo su un tappeto volante, come ho scritto in una lettera aperta che insieme ad altri ho inviato al premier Conte, questa è un'epoca di grande transizione in cui trovare nuovi equilibri a livello politico, economico, ambientale e tecnologico". Di risposte già pronte non ce ne sono "ma so - dice Fontana - che dobbiamo affrontare questo cambiamento insieme e ci vuole un grande ascolto istituzionale".
    Intanto c'è da notare che "l'Italia sta affrontando tutto questo grande disponibilità e sostenibilità e comunità, forse anche così si affronta l'apocalisse, restando chiusi in casa, nella disciplina dell'essere guardiani gli uni degli altri. Non uscire non è passivo, ma è ascolto reciproco, qualcosa da scrivere nei libri di storia, quando sarà ricordato il momento in cui l'umanità si è chiusa in casa per proteggersi". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Camera di Commercio di Milano
      Camera di Commercio di Milano
      Aeroporto Malpensa



      Modifica consenso Cookie