/ricerca/ansait/search.shtml?tag=
Mostra meno

Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Signorini, 'ruolo forte Comune e Regione per riforma porti'

Signorini, 'ruolo forte Comune e Regione per riforma porti'

'Come presidenti diremo quali sono i punti focali'

GENOVA, 06 giugno 2023, 13:47

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"Per fare una riforma portuale occorre avere molta forza politica e trovo molto significativo che il ministro Salvini si sia intestato la volontà politica di realizzarla".
    Lo ha detto il presidente dell'Autorità di sistema portuale del mar ligure occidentale, Paolo Emilio Signorini nel corso del convegno "I nuovi confini della sostenibilità. Il mare e la transizione energetica: cambiare rotta per non cambiare gli obiettivi" organizzato a Palazzo San Giorgio dal Secolo XIX, Meditelegraph e Avvisatore marittimo parlando della riforma dei porti che ha avviato il cantiere con il traguardo di chiudere entro la fine dell'anno.
    "Noi come presidenti dei porti diremo quali sono i punti focali per la riforma e così faranno le associazioni di categoria e il Parlamento. Ci saranno tre grandi temi, a mio parere: l'operatività, perché un ente pubblico non economico come il nostro ha delle ingessature da superare, il rapporto tra il centro e l'ambito locale - stiamo analizzando il modello spagnolo, con un coordinamento centrale molto forte - e il terzo elemento è il rapporto con il territorio - spiega Signorini -.
    Io sono per un'operatività nettamente imprenditoriale dell'Autorità portuale, credo a un modello con un ruolo di azionista del Comune e della Regione o comunque di stakeholder fortissimo. E vedo un ruolo autorevolissimo del governo su alcune questioni: non è possibile non avere un coordinamento sulle infrastrutture e su alcune questioni tecnologiche".
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza