Liguria
  1. ANSA.it
  2. Liguria
  3. Convalidati sindaco e consiglieri Genova, campo largo si astiene

Convalidati sindaco e consiglieri Genova, campo largo si astiene

Crucioli ha votato a favore

 Il consiglio comunale di Genova, nelle prima seduta convocata dopo le elezioni amministrative, ha convalidato i consiglieri eletti e il sindaco di Genova Marco Bucci con 26 voti favorevoli e 15 astenuti. Tutti i consiglieri della coalizione del campo progressista, che siedono sui banchi dell'opposizione si sono astenuti dopo l'accordo raggiunto ieri sera nella riunione di coalizione tra Pd, Linea condivisa Europa Verde e Lista Sansa, Genova civica di Ariel dello Strologo e M5S. Avevano sostenuto l'ineleggibilità del sindaco in quanto commissario alla ricostruzione del ponte Morandi, ma per il segretario generale e gli uffici legali la legge 400 dell'88 distingue la figura del commissario di governo dal commissario straordinario: l'ineleggibilità sussiste solo per il commissario di governo mentre Bucci è stato nominato commissario straordinario.
    Ha votato a favore invece Mattia Crucioli di Uniti per la Costituzione.

Bucci: offende città lasciare ruolo commissario e riprenderlo 
 "Il rispetto dei cittadini lo si dimostra con i fatti e non con le parole e penso che sarebbe stata un'offesa ai cittadini dare le dimissioni da commissario straordinario e dopo 46 giorni rifarsi dare l'incarico". Lo ha detto il sindaco Marco Bucci intervenendo in Consiglio comunale prima del voto sulla convalida degli eletti, dopo che i capigruppo di opposizione lo avevano attaccato sottolineando la situazione di incertezza in cui resterebbe la città qualora un ricorso contro l'eleggibilità del sindaco fosse accolto da un giudice. "Dopo che sono stato prorogato dal ministro con il ruolo di commissario straordinario alla mobilità genovese e qualcuno ha sollevato la questione dell'incandidabilità ho chiesto pareri al ministro, ai ministeri interessati e anche all'Anci. Poi ho preso la decisione di non dimettermi. Dimettermi sarebbe stato anche più semplice perché bastava farlo 5 giorni prima della presentazione delle liste e poi appena rieletto chiedere di riavere l'incarico, ma si tratta solo di cavilli che per 46 giorni non mi avrebbero permesso di lavorare per la città". Il sindaco ha anche ribadito che a suo avviso "è giusto che sia il sindaco a rivestire il ruolo di commissario perché è la persona più adatta" e ha anche spiegato che "dall' 1 febbraio 2022 i commissari straordinari non percepisco più alcun compenso".

'Rossoverdi', tema ineleggibilità merita approfondimenti 
"C'è il dovere di fare chiarezza sulla questione - dice Ghio - c'è bisogno di un confronto chiaro e definitivo nel rispetto delle regole stabilite dalla legge" "Oggi in aula si sono sollevati dei dubbi sulla eleggibilità del sindaco Bucci ma non ci sono stati forniti i dovuti approfondimenti - conclude Bruzzone -. Ecco perché abbiamo deciso di astenerci chiedendo allo stesso tempo maggiori approfondimenti. Per quanto ci riguarda vorremmo avere, al netto del colore politico, un sindaco lontano da cause di ineleggibilità o altro". Lo sottolineano i consiglieri eletti con la lista Europa Verde con Sansa - Linea Condivisa, Francesca Ghio e Filippo Bruzzone.

M5s, su ineleggibilità restano dubbi 
 "Sull'ineleggibilità di Marco Bucci, i dubbi permangono e i quesiti continuano ad accavallarsi con il rischio di gettare Genova nell'incertezza. Nonostante i tre pareri "autorevoli" e favorevoli al neoeletto sindaco, resta il nodo della sentenza del Tribunale di Milano che di fatto ribalta quanto dichiarato in Aula dal segretario. I margini di incertezza non sono stati fugati, anzi richiamando la sentenza milanese rammentiamo che un'ordinanza vale di più di qualunque parere: il Tribunale di Milano aveva espressamente affermato l'equiparazione delle figure di commissario e commissario straordinario ai fini dell'ineleggibilità". Lo dichiara il portavoce del M5S Luca Pirondini.

Dello Strologo, diritto cittadini avere chiarezza 
Ha esordito congratulandosi con il sindaco Marco Bucci e augurando buon lavoro a lui e agli assessori Ariel Dello Strologo candidato sindaco dell'area progressista che ha debuttato in Sala Rossa a Palazzo Tursi come capogruppo della lista d'opposizione Genova Civica. Sulla questione dell'ineleggibilità del sindaco, Dello Strologo, che non aveva firmato la lettera degli altri capigruppo dell'opposizione, dopo la riunione di coalizione che si è tenuta ieri sera, ha optato per una posizione compatta con il resto del campo progressista scegliendo l'astensione sulle delibera di convalida degli eletti. "Credo che sia un diritto della cittadinanza avere chiarezza su questa questione e mi pare strano che nell'autorevole parere del segretario generale che cita tre pareri altrettanto autorevoli non ci si sia preoccupati di confutare l'ordinanza del tribunale di Milano sull' elezione di Sala che era contemporaneamente commissario straordinario per l'Expò". Per il consigliere-avvocato Dello Strologo "il problema non è chi ha ragione, ma quei pareri non menzionati, nonostante la buona volontà di fornire chiarimenti, fanno sussistere ancora dubbi".

Lega, Ineleggibilità? Sinistra vuol sovvertire voto 
"L'onorevole Rixi ha proposto un emendamento al Testo Unico degli Enti Locali, in sede di conversione del dl Milleproroghe, per chiarire ulteriormente il significato di una norma che di fatto non prevede l'incompatibilità tra i ruoli di sindaco e commissario per Marco Bucci. La sinistra invece di accettare la sonora sconfitta alle urne come si fa in un Paese democratico, cerca ancora una volta di sovvertire il voto popolare interpretando male una legge. Pd e M5s si confermano maestri di democrazia, ma a senso unico". Lo dice in una nota il gruppo della Lega in Consiglio comunale a Genova

 

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        MyWay Autostrade per l'Italia

        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere


        Modifica consenso Cookie