Inneggiò al Duce, politico indagato

E' accusato di apologia del fascismo

 Il presidente del municipio Levante, Francesco Carleo, è indagato per apologia del fascismo e diffamazione aggravata dopo la pubblicazione di un post inneggiante a Benito Mussolini. L'inchiesta, in mano al sostituto procuratore Giuseppe Longo, era nata dopo un esposto dei consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle di Genova, depositato in procura dal legale Daniele Pomata. Carleo nel suo post pubblicato alla vigilia del 25 Aprile aveva scritto "grazie a Mussolini se gli italiani hanno la tredicesima, non grazie ai sindacati". "Alle porte del 25 Aprile - avevano denunciato i 5 Stelle - non è accettabile che il presidente del municipio Carleo di Fratelli d'Italia pubblichi post che commemorino carnefici e dissacratori della democrazia. La nostra Costituzione parla chiaro perché nata proprio dalle sofferenze inflitte agli italiani da fascismo e dal nazismo. Speriamo si possa porre fine a queste azioni infami che riaprono ferite profonde che non vanno sminuite o dimenticate".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai alla rubrica: Pianeta Camere