Torri Eur, rischio processo ex assessore

La vicenda ha inizio nel 2015. Indagato anche Giovanni Caudo

(ANSA) - ROMA, 19 SET - Rischio processo per 12 persone coinvolte nella indagine della Procura di Roma relativa al progetto di ripristino dello storico Palazzo Raggi in via del Corso e del complesso immobiliare delle Torri di Ligini all'Eur, già sede del Ministero delle Finanze. I pm hanno proceduto alla notifica della chiusura delle indagini, atto che di norma precede la richiesta di rinvio a giudizio. I reati ipotizzati sono di corruzione, abuso d'ufficio e per traffico di influenze illecite. La vicenda nasce nel 2015. Le indagini del Nucleo Speciale Anticorruzione della Guardia di Finanza, si sono concentrate su presunti accordi illeciti tra politici, dirigenti e funzionari del Comune di Roma ed imprenditori, tesi ad ottenere esito positivo nella definizione delle pratiche edilizie. Tra gli indagati che rischiano di andare a processo nell'indagine che riguarda anche la vicenda delle Torri dell'Eur c'è anche l'attuale presidente del III municipio di Roma ed ex assessore della giunta Marino, Giovanni Caudo.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere
        Muoversi a Roma