Fanuc cresce in Italia, in 2021 ricavi +30%

Fatturato sale a 173 milioni

Redazione ANSA MILANO
(ANSA) - MILANO, 09 GIU - Fanuc, specializzata nella robotica, controllo numerico e automazione industriale, il 2021 (chiuso il 31 marzo 2022) "è stato un anno pieno di soddisfazioni. Per l'Italia, in particolare, è stato un anno record, con un fatturato di 173 milioni di euro, in crescita del 30% sul 2020 e del 28% sul 2019" sottolinea una nota. Il gruppo a livello corporate ha archiviato un fatturato pari a 6,39 miliardi di dollari, mentre in Europa, dove Fanuc conta oltre 1.800 dipendenti e 24 filiali, i ricavi generati sono stati di 960 milioni di euro. Secondo recenti dati SIRI (Associazione Italiana di Robotica e Automazione), complessivamente nel nostro Paese i robot installati nel 2021 sono stati oltre 11.500, il 50% in più rispetto al 2020. Dal 2008 al 2021 il tasso medio di crescita è stato pari al 7,5% e le prospettive di crescita per il 2022 si mantengono alte, con un tasso di incremento a due digit per quanto riguarda il volume d'affari generato. "L'obiettivo di FANUC è ambizioso: estendere ulteriormente la produzione di robot da 11.000 a 14.000 unità mensili, sfruttando in modo intelligente gli spazi all'interno degli stabilimenti produttivi e automatizzando ancora di più i processi, in modo da coprire la domanda per i prossimi anni", afferma Marco Delaini, Managing Director di FANUC Italia. "L'Italia rappresenta un Paese e un mercato pieno di risorse", conclude Delaini. "Spesso i centri di R&D giapponesi guardano al vecchio continente e, in particolare, al mercato tedesco e a quello italiano quali fari dell'innovazione. Vogliamo, quindi, investire nella valorizzazione del nostro "genio" e consentire alle nostre imprese locali di resistere ai diversi scenari economici grazie all'automazione e alla robotizzazione". (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA