The Open: McIlroy e Hovland i leader, Molinari ok

Nordirlandese e norvegese in fuga. L'azzurro rimonta, ora è 18/o

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 16 LUG - L'esperienza di Rory McIlroy, il talento di Viktor Hovland e la reazione di Francesco Molinari. A St. Andrews, in Scozia, il "moving day" del The Open ha continuato a regalare spettacolo. Sullo storico campo dell'Old Course (par 72), a 18 buche dal termine della competizione il nordirlandese McIlroy (66 68 66) e il norvegese Hovland (68 66 66), rispettivamente numero 2 e 9 al mondo, condividono la vetta della classifica - con un totale di 200 (-16) - nel quarto e ultimo Major maschile del 2022. I due nuovi leader della competizione vantano quattro colpi di vantaggio sull'americano Cameron Young (al comando dopo il primo giro) e sull'australiano Cameron Smith (in vetta al termine del secondo round), entrambi 3/i con 204 (-12).
    Potrebbe essere dunque un testa a testa quello tra McIlroy e Hovland, che si contenderanno un montepremi complessivo di 14 milioni di dollari, di cui 2.500.000 andranno al vincitore, e la Claret Jug.
    Segnali di vero Molinari in Scozia. Il torinese è risalito dalla 66/a alla 18/a posizione con 210 (73 71 66, -6) grazie a un parziale (il secondo migliore della giornata, al pari di altri tre giocatori, tra questi McIlroy e Hovland) in 66 (-6) colpi, con sette birdie e un bogey. Grande prova per l'azzurro che in Scozia ma a Carnoustie, nel 2018 si è affermato quale primo italiano a vincere un Major, proprio il The Open. Nel round conclusivo, il piemontese proverà a entrare nella Top 10, distante ora solo tre colpi. Tiene il giovane amateur Filippo Celli. Il romano, che è passato dalla 36/a alla 35/a piazza con 212 (74 67 71, -4), lotterà per conquistare la "silver medal" riservata al miglior dilettante. Attualmente "best" amateur in campo, ha siglato quattro birdie, con tre bogey.
    Per quel che riguarda gli altri big, sarà chiamato a una grande rimonta Scottie Scheffler. Lo statunitense, leader del world ranking, è 5/o con 205 (-11). Stesso score anche per il sudcoreano Si Woo Kim.
    McIlroy per bissare l'impresa del 2014 e avvicinare la vetta del ranking mondiale, Hovland per coronare il sogno di vincere il primo Major. E poi Molinari, per dimostrare di essere sulla strada del ritorno. All'Old Course di St. Andrews, che per la 30esima volta nella storia ospita la competizione, è sfida show.
    (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA