Dopo Tony ecco Sean, US Open per i Jacklin è sfida speciale

Il figlio del campione in gara 52 anni dopo trionfo papà

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 15 GIU - La 122esima edizione dello US Open, al via dal 16 giugno a Brookline (Massachusetts), sarà un appuntamento speciale per la famiglia Jacklin. Cinquantadue anni dopo il trionfo di Tony (era il 1970), il figlio Sean giocherà il terzo Major del 2022 dopo essersi qualificato all'ambito torneo lo scorso 6 giugno.
    "Seguire la sua qualificazione attraverso un live scoring dalla nostra casa di Bradenton, in Florida, è stato davvero snervante.
    Con la gioia, poi, indescrivibile. Sono al settimo cielo e quello arrivato 52 anni fa allo US Open è stato il trionfo più bello della mia carriera", la gioia di Tony Jacklin che nel 1969 ha vinto anche il The Open.
    Primo europeo a conquistare lo US Open, per quattro volte capitano del Vecchio Continente alla Ryder Cup, Tony Jacklin ora è pronto a godersi la gara del figlio Sean. "Ma non mi preoccuperò - assicura - di fargli qualche discorso d'incoraggiamento, sa già tutto quello che penso". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA