Mattarella-Pahor, mano nella mano davanti alla foiba

Subito dopo anche davanti al cippo dei quattro fucilati sloveni

(ANSA) - TRIESTE, 13 LUG - Un momento particolarmente toccante nel corso dell'omaggio alle vittime delle foibe a Basovizza è stato quando il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e il presidente della Repubblica di Slovenia, Borut Pahor, si sono dati la mano, dopo essersi avvicinati alla corona di fiori che due corazzieri avevano deposto pochi istanti prima.
    Mattarella e Pahor sono rimasti davanti all'ingresso della foiba in silenzio per un minuto circa. Al termine, prima di risalire in auto i capi di Stato si sono fermati a parlare per qualche istante.
    Subito dopo Mattarella e Pahor hanno depositato una corona di fiori davanti al cippo di Basovizza che ricorda quattro membri del Tigr (Trst Istra Gorica Rijeka) fucilati il 6 settembre 1930. Anche qui i due presidenti dopo aver toccato la corona di fiori si sono allontanati osservando un minuto di silenzio e si sono tenuti per mano a lungo. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere
      Nuova Europa



      Modifica consenso Cookie