Coronavirus: canna da pesca per consegna medicine

Anziano di Cordenons non vuole distanza ravvicinata

(ANSA) - CORDENONS (PORDENONE), 12 MAR - Un uomo di Cordenons (Pordenone) per non rischiare contatti ravvicinati, che potrebbero favorire il contagio del coronavirus, usa la canna da pesca per farsi consegnare il materiale che gli viene portato a domicilio.
    Questa mattina - come ha documentato la televisione locale TelePordenone - ha atteso l'arrivo dell'incaricata della locale farmacia: a quel punto ha fatto agganciare all'amo la borsetta di plastica e l'ha recuperata, restando sempre a una decina di metri dal proprio interlocutore.
    Da quanto si è appreso, l'anziano ha fatto sapere che si augura che tutti mantengano, come lui, le misure di sicurezza: "Se tutti facessero come me, non si correrebbero rischi e il virus sarebbe spacciato", è stato il commento che ha rilasciato ai giornalisti. (ANSA).
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA


    Vai al Canale: ANSA2030
    Vai alla rubrica: Pianeta Camere
    Nuova Europa



    Modifica consenso Cookie