Lega porta caso pescatori Mazara sequestrati al Parlamento Ue

Ue affronti violazioni diritto internazionale da parte dei Paesi terzi

Redazione ANSA

BRUXELLES - "La Lega porta il caso dei pescatori sequestrati in Libia nella commissione Pesca del Parlamento Europeo. Oggi, nel corso dei lavori della commissione Pech a Bruxelles, durante un'audizione sulla ricostituzione degli stock ittici nel Mediterraneo, abbiamo richiamato l'attenzione delle istituzioni Ue sulla vicenda dei 18 pescatori che, partiti da Mazara del Vallo a bordo di due pescherecci, da quasi due mesi sono sotto sequestro dalle milizie di Haftar, con l'accusa di aver sconfinato le acque territoriali, senza sapere se e quando verranno processati o rilasciati". Così in una nota gli europarlamentari della Lega componenti della commissione Pesca, Rosanna Conte (coordinatrice), Annalisa Tardino, Massimo Casanova, Valentino Grant.

"Il non rispetto degli accordi e del diritto internazionale da parte dei Paesi terzi che si affacciano sul Mediterraneo e che svolgono attività di pesca è un tema centrale, che l'Ue deve affrontare, sia per la tutela e ricostituzione degli stock ittici, sia per la questione, urgente, dei pescatori sequestrati. Ci siamo rivolti alla Commissione europea, all'Alto Rappresentante Borrell, al Governo italiano per portare a casa i pescatori sequestrati. Non c'è più tempo da perdere, ora dall'Europa attendiamo risposte", conclude la nota.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Ultimo aggiornamento: